Logo_foto_nascitaIl lotus è stato concepito nel 2010, quando un incontro “casuale” ha fatto in modo che due figure professionali diverse, una psicologa e un’ostetrica, si confrontassero circa il tema della nascita, scoprendo la comune esigenza di dar voce ad aspetti di essa che troppo spesso vengono trascurati.

Analogamente a quanto avviene nel concepimento di una nuova vita, il Lotus è stato da noi pensato, elaborato, fortemente voluto e infine cercato, mettendo in campo tutte le strategie organizzative e le conoscenze derivanti dalle nostre formazioni ed esperienze personali e professionali.

Così come avviene per la  coppia genitoriale, anche noi ci siamo “scelte”: il Lotus non sarebbe mai nato se non fossimo state accomunate dalla convinzione che non dobbiamo insegnare nulla alla donna che dovrà partorire. Piuttosto dobbiamo guidare le donne a riscoprire in se stesse questa consapevolezza, facendo emergere tutte le loro potenzialità, psichiche e fisiche.  

Né avremmo mai potuto collaborare con tanto entusiasmo e passione, se non avessimo entrambe creduto nell’assoluta importanza che riveste il ruolo del padre, il quale non accoglie nel suo corpo una nuova vita, né la partorisce, ma senza di lui, un concepimento non potrebbe mai essere completo, così come, senza il suo sostegno e il suo appoggio, una madre non potrebbe ritornare ad essere anche donna e un figlio non potrebbe sentirsi sufficientemente accolto.

L’unione  delle nostre diverse figure professionali ci ricorda e ci guida nel pensiero che mente e corpo dialogano e coesistono quotidianamente; senza la giusta attenzione a l’uno o all’altro aspetto non potrebbe esserci un pieno riconoscimento di se stessi, né un sufficiente benessere della persona. Per le stesse ragioni, anche la nascita non potrebbe essere adeguatamente considerata se si trascurassero o gli aspetti psichici o gli aspetti fisiologici, vicendevolmente condizionabili.

TOP

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo